Attività fisica in gravidanza, cosa fare

La gravidanza è uno dei momenti più intensi nella vita di una donna. Ciò non significa che sia necessario rinchiudersi sotto una campana di vetro, tutt’altro. Soprattutto se una donna ha uno stile di vita attivo – aspetto fondamentale e propedeutico per una gravidanza senza complicazioni – è assolutamente consigliato continuare a praticare sport.
Più ci si mantiene in attività, continuando a fare ciò che più piace, attività sportive comprese, più la gravidanza risulterà un momento molto piacevole sia dal punto di vista fisico sia mentale.
Ci sono infatti alcuni rischi collegati anche al fatto di non potersi più vedere “liberi” di fare ciò che più piace che vanno assolutamente contrastati, mantenendo uno stile di vita il più possibile ricco delle giuste gratificazioni, viste e considerate le tante privazioni a cui si è sottoposte in questa fase della vita. Ovviamente, ci sono alcune attenzioni da avere in modo particolare in questo momento, allo stesso modo esistono alcune attività sportive che risultano ben più indicate di altre durante questa delicata fase.

Scopriamo di seguito quali sono.

1) IL NUOTO
Si dice spesso che il nuoto è l’attività più indicata per curare qualsiasi tipo di patologia. Infatti, è molto importante pensare alla gravidanza come a un momento in cui una donna ha bisogno di tutto il supporto necessario. Esiste forse supporto migliore di quello che offre l’acqua, all’interno della quale possiamo mantenerci attivi senza che questo pesi sulla schiena – una zona già ampiamente sollecitata dall’ingrossarsi del ventre durante la gestazione. L’acqua riduce gli sforzi e facilita i movimenti, oltre ad essere l’elemento naturale del bimbo in grembo: sarà forse un caso che le più avanzate tecnologie oggi portano la maggior parte delle gestanti ad ambire al parto in acqua, che addolcisce le sensazioni più amare?

2) LO YOGA
Disciplina di derivazione orientale che ha preso sempre più piede in Italia negli anni recenti, lo yoga è un momento fondamentale in cui la mamma può connettersi profondamente con il proprio bambino. Fatto di movimenti dolci ma profondi al tempo stesso, il fatto che si basi principalmente sull’acquisire una maggiore consapevolezza nel processo di respirazione facilita anche il prepararsi alla fase del parto.
Inoltre, permette di ascoltarsi come nessun’altra attività sportiva, favorendo un’autoconsapevolezza fondamentale per sentirsi davvero bene con se stesse.

3) LA CAMMINATA
Ebbene sì, la camminata è e rimane uno degli sport più accessibili per una donna in gravidanza. Essa non va considerata solo come un passatempo adatto a bambini e anziani. Camminare permette anzitutto di cogliere i tanti stimoli del mondo esterno che a loro volta vengono trasmessi al bimbo, e consente alle gestanti di mantenersi in attività in modo dolce e per nulla invasivo. Inoltre, quest’attività è gratuita, un aspetto da non sottovalutare mai soprattutto in un momento in cui il nostro corpo è sottoposto a un forte stress dovuto al cambiamento e un’attività così naturale e che non incide sul portafoglio può portare dei benefici tangibili.

4) LA GINNASTICA DOLCE
Senza strafare nelle palestre più competitive, praticare un po’ di ginnastica dolce non può che fare bene durante la gravidanza. Essa si basa principalmente sullo stretching, attività
fondamentale per allungare i muscoli e preparare al difficile momento del parto. Inoltre, anche la ginnastica dolce è basata sull’importanza del respiro, che riveste un ruolo molo importante in questa fase.

5) IL TAI-CHI
Un’altra disciplina di derivazione orientale, il Tai Chi è fondamentale per mantenere un corpo attivo, aiutando così a contrastare i tipici disturbi che accompagnano la gravidanza. Anche questa disciplina unisce gli aspetti fisici a quelli prettamente mentali e spirituali, contribuendo a un corretto equilibrio psicofisico della persona.

Pin It on Pinterest