Gli errori da non commettere quando si segue una dieta

Iniziare una dieta senza errori

Fare una dieta non significa solo puntare a una diminuzione di peso, ma soprattutto a migliorare il proprio stile di vita a tavola. Tuttavia, quando si vuole cercare una riduzione di peso si deve fare attenzione a non commettere una serie di errori molto comuni, soprattutto per tutti coloro che iniziano delle diete fai-da-te, senza essere seguiti da specialisti della nutrizione. Se da un lato, infatti, grazie a internet si ha accesso a un gran numero di informazioni che permettono di comprendere come bilanciare al meglio i pasti durante la giornata, la settimana e tutto il periodo di durata della dieta stessa, dall’altro molto spesso si tende a seguire informazioni erronee, scritte in rete da persone non esperte nel settore. Per questo motivo, prima di avvicinarsi a qualsiasi sito o blog che suggerisce consigli per dimagrire e per ottenere una veloce riduzione di peso, è molto importante avere ben chiari quali siano gli errori assolutamente da evitare per portare avanti una dieta equilibrata e sana. Inoltre, è fondamentale ricordare che la dieta si inserisce in un contesto di stile di vita più equilibrato che prevede anche un giusto quantitativo di ore di sonno e, soprattutto, una corretta attività fisica. Solo in questo modo, infatti, i risultati di una dieta possono essere duraturi, garantendo non solo una riduzione di peso ma anche e soprattutto una sensazione maggiore di benessere.

Errori da non commettere quando si segue una dieta

  • Uno degli errori più comuni quando si segue una dieta è quello di non seguirla a pennello. Spesso, per motivi pratici, di tempo o semplicemente per pigrizia, si tende a prendersi delle libertà rispetto a quanto riportato dalla tabella degli alimenti. Ci si trova quindi a saltare il pranzo perché si aveva una riunione di lavoro, oppure a mangiare un poco di più a cena perché si era saltato il pranzo.
  • Un’altro degli errori in cui si cade maggiormente è quello di non fare colazione perché si va di fretta pensando di ottenere un maggiore beneficio perché si è evitata l’introduzione di ulteriori calorie. Tutti questi comportamenti sono molto sbagliati, perché la prima cosa che si deve rispettare quando si segue una dieta che punta soprattutto alla riduzione di peso è proprio la tabella dei tempi e delle quantità: non si possono sommare pranzo e cena in un unico pasto perché non si è avuta la possibilità di mangiare a mezzogiorno o, per lo stesso motivo, saltare la colazione. L’apporto calorico e il bilanciamento dei nutrienti da introdurre nell’organismo, infatti, deve essere sempre seguito alla lettera. Indipendentemente dal tipo di dieta e dai risultati che si vogliono raggiungere è sempre indicato mangiare poco e spesso piuttosto che digiunare tutto il giorno e poi introdurre tutte le calorie e i diversi nutrienti insieme, in un unico pasto.

Evitare alcuni alimenti

A meno di diete collegate a problematiche di salute (colesterolo, diabete, celiachia o altro) è sempre possibile mangiare tutto: il segreto sta nel controllare le quantità e il momento della giornata durante il quale si introduce un determinato alimento. Se è vero, infatti, che troppi grassi fanno male e quindi non è consigliata una cena a base di frittura o di altri alimenti ben noti per il loro contenuto lipidico, è altrettanto vero che una piccola porzione di frittura, accompagnata da un’insalata o altri cibi a basso contenuto calorico permette di non soffrire per l’eliminazione totale di una serie di piatti che, spesso, sono quelli più amati. Una dieta bilanciata e corretta, quindi, non ci priva del gusto e non elimina i dolci, ma controlla e regola le porzioni e le quantità previste di tali alimenti più calorici. Infatti, quando si punta alla riduzione di peso non si dovrebbe mai essere drastici: seguire diete lampo, infatti, non aiuta a perdere peso ma solo a creare disequilibri nel metabolismo.

Tra gli elementi che spesso si eliminano – a torto – da una dieta, c’è l’acqua. Va specificato che se da un lato molte bibite non sono amiche delle diete perché troppo zuccherine, dall’altro è importantissimo invece non eliminare l’acqua. Oggi, quasi tutti sanno che la quantità d’acqua da apportare all’organismo si aggira intorno al litro e mezzo o due litri, a seconda delle persone o delle condizioni atmosferiche: quando fa caldo, infatti, è necessario bere di più. L’acqua è fondamentale per una serie di motivi e, quando si è a dieta, diventa ancora più importante perché contribuisce al corretto equilibrio di minerali e aiuta a mitigare il senso di fame.

Pin It on Pinterest