Consigli per dormire meglio in previsione del cambio di stagione

Uno degli effetti collaterali del cambio di stagione che ci attende è senz’altro il ben noto senso di stanchezza e spossatezza di questo periodo. Niente paura, non c’è nulla di strano o patologico. Si tratta del c.d. S.A.D., ovvero Seasonal Affective Disorder, una vera e propria sindrome meteoropatica riconosciuta anche dalla letteratura medica.
Questo disturbo, legato ai cambi di orari, temperatura ed abitudini, ha il suo apice proprio nei mesi di marzo e ottobre e si manifesta con diversi sintomi quali un lieve stato ansioso, apatia, debolezza, irritabilità e, soprattutto, insonnia.

Consigli utili per dormire meglio
Per contrastare gli effetti negativi sull’umore e sui ritmi sonno/veglia del cambio di stagione è utile fare ricorso ad alcuni semplici accorgimenti in grado di favorire un riposo lungo e di qualità, necessario al corpo e mente per ricaricarsi ed affrontare al meglio la giornata. Ecco dunque alcuni consigli utili per affrontare questo delicato momento dell’anno.

Attenzione all’alimentazione
Per favorire il sonno, è utile adottare una alimentazione poco calorica, soprattutto la sera. Evitare quindi cene pesanti, fritture e grassi spuntini notturni davanti alla televisione, prediligendo frutta e verdura ricca di beta-carotene. Limitare anche l’assunzione di alcolici e quella di sostanze eccitanti come the, caffè e bevande energetiche. Anche liquidi ed alimenti freddi (come gelati, granite ecc) possono disturbare il riposo, poiché “svegliano” bruscamente il metabolismo.

Vita all’aperto
Effettuare attività all’aperto aiuta l’organismo a regolare il proprio organismo biologico, tarandolo con i ritmi giorno/notte della nuova stagione. Inoltre, l’esposizione alla luce naturale del sole, aumenta la produzione di vitamina D, amica del buon riposo. Per non parlare degli effetti positivi che il contatto con la natura può spiegare sulla mente, conferendo un senso di appagamento e serenità.

Attività fisica
Sicuramente, arrivare fisicamente stanchi alla sera aiuta a coricarsi e prendere sonno. Nonostante il prossimo aumento delle ore di luce, bisogna evitare di dedicarsi nel tardo pomeriggio ad attività fisiche aerobiche ed intense, quali la corsa e gli altri sport adrenalinici che inducono uno stato di iperattività ed eccitazione. Sono invece consigliate passeggiate e giri in bicicletta rilassanti.
Benvenuti anche bagni in piscina e idromassaggi che favoriscono un senso di stanchezza e spossatezza utile per prendere sonno. Ottimi anche pilates e yoga, che infondono calma e rilassatezza nel fisico e nella mente.

Preparazione al riposo
Dalle 10 in poi, è preferibile rallentare il ritmo delle attività e preparare corpo e mente al sonno, abbassando le luci, attutendo i rumori ed evitando discussioni animate, occupazioni impegnative e sforzi fisici intensi.
Chi normalmente soffre di ansia e irritabilità, poi, potrebbe avvertire un aggravamento dei propri sintomi in corrispondenza con il cambio di stagione, a causa delle variazioni nell’alternanza giorno/notte. In questi casi aiuterà adottare tecniche di rilassamento e training autogeno, cercando di tenere lontani pensieri e preoccupazioni.

Abitudini regolari
Per abituare l’organismo ai nuovi orari e ai mutati ritmi luce/buio, può essere utile adottare uno stile di vita il più possibile regolare, instaurando abitudini e routine quanto più possibile stabili. Cenare, coricarsi e svegliarsi sempre alla stessa ora può infatti essere un valido aiuto per migliorare la qualità e la quantità del riposo notturno. Sono quindi il più possibile da evitare riposini pomeridiani e pennichelle, che rischiano di far perdere il senso di stanchezza alterando il naturale ritmo tra sonno e veglia.

Integratori 
Se nonostante l’adozione di tutte le cautele residuano ancora problemi di risposo, si può fare ricorso ad uno dei numerosi prodotti coadiuvanti del sonno. Si trovano infatti ottimi integratori e tisane a base di melatonina, valeriana ed altri elementi naturali in grado di contrastare ansia, stanchezza cronica e irritabilità, favorendo la distensione della mente e il risposo notturno.

Pin It on Pinterest